Quanti tipi di Copywriting esistono?

seo copywriting

La linea di demarcazione tra Copywriting e SEO negli ultimi anni è andata via via scemando, creando una certa confusione tra le discipline.

In questo articolo prenderemo in esame le differenze specifiche tra Copywriting Advertising e SEO Copywriting.

Per meglio operare analizzeremo il fine di ogni disciplina, in modo da rendere chiara la direzione verso cui si muoveranno gli articoli.

Il Copywriting che si occupa di pubblicizzare

Come dice la parola stessa il copywriting advertising si occupa di trasportare online le tecniche pubblicitarie che venivano applicate alla stampa e ai media tradizionali .

Il fine è spingere il lettore all’acquisto tramite la creazione di un testo finalizzato ad un richiamo all’azione (call to action o CTA), sia esso un link, un’immagine o un bottone.

Un’altra peculiarità è l’utilizzo della headline come fattore di coinvolgimento / curiosità, volta a spingere il visitatore a proseguire la lettura.

seo copywriting

Lo scopo del Copywriting SEO

A differenza della forma precedente, lo scopo del copywriter SEO sarà quella di creare un testo che risponda alle linee guida dei motori di ricerca per il posizionamento.

Le principali accortezze da rispettare nel SEO Copywriting riguardano la presenza (e il numero) di outbound link, la presenza di link interni al sito, la divisione del testo in paragrafi tematici con tanto di tag utili alla semantica SEO (H2, H3 ect).

Per rendere più chiaro il concetto, i motori di ricerca preferiscono testi di facili lettura, con frasi brevi ed argomenti divisi da titoli specifici.

Cosa hanno in comune i due tipi di Copywriting?

Sebbene il fine delle due tipologie di copywriting sia differente, è possibile individuare degli elementi comuni.

Il primo è sicuramente l’utilizzo di frasi brevi e di semplice comprensione, per rendere il testo culturalmente trasversale.

Un altro punto in comune è la realizzazione di elenchi puntati (o bullet point) per rendere visibilmente rilevanti concetti riassumibili in poche parole.

Entrambe le forme di scrittura servono per attrarre il lettore ed aumentare il suo tempo di permanenza nella pagina del sito.

Da questo punto di visto la dimensione del testo è sicuramente un altro elemento comune, per quanto molto spesso chi fa advertising punta ad una conversione on-page, mentre nel caso del SEO il fine è anche possibile che si punti alla creazione di una pagina con intento commerciale, o nata come snodo per aumentare le pagine visitate del sito e di conseguenza migliorare il bounce rate.

In ultima analisi, ogni forma di copywriting mira a trasformare il lettore in un utente, cambia però il metodo di fidelizzazione e la funzionalità degli elementi della pagina.

starstarstarstarstar0.00 / 0 voto / i

Related Posts

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti alla Newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.