Il dropshipping è quel processo di vendita senza la responsabilità di trasportare l’inventario o la spedizione della merce. Il dropshippers imposta i propri prezzi dei prodotti, mentre il produttore è responsabile della produzione, della manutenzione dell’inventario e della spedizione della merce al cliente.

Per rendere più agevole questo tipo di commercio, in molti acquistano merci su Amazon per poi rivenderli altrove. In rari casi (ma con margini più alti) i prodotti vengono importati da Aliexpress e Alibaba.

C’è da notare comunque che i due portali cinesi hanno si prezzi concorrenziali, ma i tempi di spedizioni sono incompatibili con una vendita tramite dropshipping di molte categorie di prodotto.

I benefici del dropshipping

  • Non tenere l’inventario: il vero vantaggio è che il dropshipper non deve sostenere i costi del mantenimento dell’inventario, rendendo così il modello di business poco rischioso. Le spese sono abbattute anche dal minor lavoro richiesto per portare avanti l’attività.
  • Poche competenze necessarie: un dropshipper deve essere eccellente marketer, amministratore e deve fornire un impareggiabile servizio clienti. Nell’ambito delle attività amministrative, il dropshipper dovrà elaborare gli ordini, pagare le tasse e le spese. Infine, offrendo un eccellente servizio clienti, può mantenere relazioni positive con i clienti che hanno già acquistato.
  • Testare i prodotti: dal momento che non viene realizzato un inventario, è possibile pubblicizzare annunci su prodotti di cui si posseggono pochi pezzi per vedere quali prodotti convertono meglio.
  • Basso costo di avviamento: il modello di business del dropshipper ha dei costi contenuti: 1) si acquistano prodotti quando un cliente effettua un ordine; 2) non è necessario un magazzino per l’inventario; 3) non è necessario assumere dipendenti per gestire la spedizione dei prodotti.

Come funziona il dropshipping su Amazon

Amazon accetta la vendita tramite dropshipping, facendo ricadere sul venditore (ad ogni livello della spedizione) la responsabilità della soddisfazione con il cliente.

Ma non è così facile soddisfare i requisiti imposti dalla piattaforma, tanto che per organizzare efficacemente un servizio di dropshippingo bisogna conoscere qualche regola. Ma iniziamo dai benefici

Benefici

  • Nessun costo di magazzino: il dropshipping su Amazon non ha bisogno di pagare il costo di un magazzino. Alcuni venditori scelgono di gestire la spedizione dei prodotti con la logistica di Amazon (FBA). Con FBA, i venditori spediscono i loro prodotti ad Amazon e Amazon invia i prodotti per loro. Da questa operazione, ne traggono vantaggio i dropshippers, che possono usufruire di prodotti altrui e di tempi di spedizione rapidi.
  • Fornitori di Amazon: con Amazon, i fornitori, anche le piccole imprese, possono crescere rapidamente e operare a livello globale. I fornitori di Amazon ricevono aiuto dagli account manager per guidare strategicamente la loro attività per aumentare i profitti a lungo termine.
  • Vasto pubblico e grandi venditori: Amazon ha più di 300 milioni di utenti attivi. Un mercato così grande ti da la possibilità di trovare la tua nicchia di mercato e coltivarla. O di cambiare fornitori e vendere altrove.
  • Riduzione della spesa pubblicitaria: puoi pubblicare annunci per accrescere le tue vendite e creare una brand reputation su Amazon, ma che potrai portare altrove. Puoi anche beneficiare del traffico organico, se curi l’ottimizzazione delle pagine. Inoltre, il costo degli annunci Amazon è facile da gestire e puoi controllare quanto vuoi spendere, visto che non ci sono requisiti minimi.

Problemi

  • La gestione delle spedizioni è molto semplice, se affidata ad Amazon, ma ad ogni passaggio ulteriore e differente da questo, utilizzato per velocizzare le vendite va incontro a diversi problemi. Primo tra tutti, l’impossibilità di spedire direttamente il prodotto da un venditore al nostro, di cliente (veto posto da Amazon). Un altro è la gestione di eventuali sistemi per connettere le merci acquistate con l’acquirente.
  • Non è possibile gestire le spedizioni all’interno di Amazon in modi differenti da quelli offerti dalla logistica di Amazon.
  • dipendere unicamente da Amazon limita la tua crescita. Realizza un e-commerce con un CMS o utilizza i social per vendere di più.

Come vendere su Amazon con la buy box

Il modo più semplice è riuscire a vendere è ottenere i vantaggi della buy box.

Come potete vedere nell’immagine, viene visualizzato un prodotto venduto da più fonti, ma solo uno verrà selezionato come venditore “diretto”.

Buy box di Amazon

Il vincitore della buy box guadagna il vantaggio di accaparrarsi gli acquisti di tutti coloro che premono il bottone “acquista” ora senza controllare i singoli venditori.

Quali sono i requisiti della buy box?

Non si conoscono i prerequisiti esatti, e molto probabilmente variano a seconda della categoria di prodotti e del periodo. In linea di massima, si considera necessario raggiungere almeno:

  • una valutazione superiore al 95%.
  • spedire i prodotti rapidamente, idealmente entro 14 giorni. 
  • il costo (spedizione + costo totale del prodotto) dovrebbe essere inferiore rispetto alla maggior parte delle altre offerte.
  • avere un basso tasso di restituzione, un rapido tempo di risposta ai clienti e un alto punteggio di feedback ti aiutano anche a vincere la scatola degli acquisti.

Strategie per vendere da dropshipper

  • Effettua ricerche: scopri quali parole chiavi sono presiedute e quali libere. Esistono diversi tools che ti aiutano a comprendere quali nicchie sono poco competitive.
  • Crea coupon: si tratta di un metodo per mantenere i rapporti con la clientela. Allega un codice sconto ad una mail di benvenuto nel tuo circuito. In alternativa, puoi creare un coupon Amazon e utilizzarlo per scontare i tuoi prodotti e battere la concorrenza.
  • Vendere tramite un e-commerce: implementa le vendite con un sito che abbia delle pagine informative che rimandano ad amazon con dei link di affiliazione, e pubblicizza i tuoi prodotti da una piattaforma dove le regole di spedizione le decidi tu.
  • Vendere i prodotti Amazon su Ebay: sebbene sia una piattaforma più anziana e meno evoluta sotto certi punti di vista, Ebay ha un pubblico affezionato.
Dropshipping Amazon su Ebay

La gestione del dropshipping su Ebay

Gli utenti che visitano Ebay hanno abitudini e metodi di acquisto differenti da quelli di Amazon. In genere le spedizioni sono più lente e c’è meno pressione sullo standard del servizio del venditore.

Sebbene possa risultare poco gradevole esteticamente (e come esperienza di acquisto), in molti spediscono i prodotti ai clienti di Ebay direttamente con la scatola e i servizi di Amazon.

Di fatto, se si decide di acquistare prodotti sottocosto da affiancare alle vendite dirette e re-indirizzate da un venditore all’utente finale, quest’ultimo guadagna comunque un prodotto conforme a quanto richiesto, coperto da eventuali garanzie.

E poi, da non sottovalutare, se l’incubo dei venditori su Amazon è il reso, (cosa che rende le vendite da dropshipping rischiose almeno in parte) su Ebay le regole sono molto più rilassate, e non dovrete rispondere a delle metriche così rigide sulla gestione dell’account.

starstarstarstarstar4.00 / 3 voto / i

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.