La guida agli E-commerce (CMS) per Amazon

Gli ecommerce più utilizzati con Amazon

Aprire un e-commerce con Amazon è uno dei trend più diffusi del 2019, sopratutto per quanto riguarda il commercio al dettaglio e i programmi di affiliazione.

Quando si parla di stringere rapporti con il colosso di Seattle, bisogna distinguere le operazioni di pubblicizzazione dei prodotti presenti sulla piattaforma dalla creazione del feed necessario per esportare i prodotti sul nostro account Amazon.

Con quali CMS posso creare un feed per vendere su Amazon?

Tutti i più importanti CMS permettono di caricare su Amazon i prodotti presenti sull’e-commerce.

In questo articolo prenderemo in considerazione le 5 piattaforme più utilizzate al mondo (tra parentesi le percentuali di diffusione su scala globale):

  • WooCommerce (22%).
  • Shopify (17%)
  • Magento (13%)
  • PrestaShop (4%)
  • BigCommerce (3%)

Plugin di WooCommerce

WooCommerce è un plugin che permette di inserire e gestire prodotti su WordPress.

A sua volta è possibile combinare le sue funzionalità con plugin in grado di generare un feed, un elenco ordinato secondo le regole di Amazon, per caricare i prodotti presenti nelle categorie dell’e-commerce.

Uno di questi è Amazon Feed di exportfeed.com, presente sulle pagine di WordPress anche nella versione gratuita List WooCommerce Product Feed to Amazon Marketplace.

Una volta installato il plugin, bisogna selezionare il mercato di ricerimento per mettere in contatto l’e-commerce con Amazon.

Connettere e-commerce e Amazon

Successivamente si dovranno fornire i dati dell’account Amazon per permettere l’upload dei dati.

La stessa azienda fornisce plugin anche per Shopify, Magento e BigCommerce, di conseguenza se state aprendo un e-commerce per poi vendere su Amazon, avete trovato le vostre risposte.

Che caratteristiche deve avere il feed?

In linea di massima i programmi utilizzati per creare un feed
si occupano di convertire in un formato comprensibile i dati provenienti dell’e-commerce.

A quel punto bisogna capire se l’e-commerce ha bisogno di aggiornare costantemente la quantità di prodotti presenti.

In tal caso, si tratta di instaurare una routine in cui si inviano costantemente i dati aggiornati.

Molti plugin permettono di disattivare o attivare l’update dei dati, com’è possibile vedere in figura:

Auto Update del feed dell'ecommerce connesso ad Amazon

Vendere su Amazon tramite Shopify

Il vantaggio della piattaforma Shopify è l’incredibile flessibilità in termini di applicazioni da aggiungere al proprio e-commerce.

A differenza di WooCommerce, Shopify nasce direttamente per soddisfare i bisogni dei venditori, integrando fin da subito strumenti come il recupero dei carrelli abbadonati.

Di contro, il servizio ha un costo mensile e anche le applicazioni in aggiunta ne hanno un altro.

Sebbene non siano costi proibitivi, si tratta sicuramente di una scelta consigliata a coloro che hanno le idee chiare.

Da questo punto di vista, software come Shopping Feed forniscono un supporto per la gestione di feed multicanale, sebbene il costo comporti un fisso mensile e una percentuale sulle vendite.

Cos’è un feed multicanale?

Quando un software permette di inviare i dati a più piattaforme da un unico feed, si parla di multicanalità.

Il vantaggio di un feed multicanale è che permette di aumentare esponenzialmente la visibilità dei prodotti integrati.

E-commerce con Amazon su Magento.

Da un punto di vista tecnico, Magento è una delle piattaforme più professionali.

Per quanto riguarda l’implementazione del feed per Amazon la piattaforma fornisce delle soluzioni modulari dal prezzo variabile.

Nel caso di Xtento si potrà scegliere il numero di licenze e il numero di moduli aggiuntivi da scegliere, oltre che godere della possibile implementazione grazie a 72 connettori gratuiti che puntano a differenti piattaforme di vendita (come Google Shopping).

Prestashop, un buon compromesso tra professionalità e risparmio.

Le proposte di Prestashop per l’integrazione con Amazon sono un buon compromesso tra risparmio e professionalità.

Nel caso del Modulo Shopping Feed il costo viene sicuramente ripagato dalle opzioni multicanale, ma non arriva alla complessità della proposta di Magento.

Sicuramente scegliere Prestashop va bene per chi vuole iniziare subito a vendere con una piattaforma affidabile e customizzabile con una spesa contenuta.

Il vantaggio di pagare tramite Big Commerce

Uno dei più grandi vantaggi di Big Commerce nasce dal fatto che la piattaforma integra sin dalla sua creazione gli strumenti per l’integrazione dei prodotti.

Sebbene i costi del servizio di export siano mensili, sono gli stessi che servono ad aprire un negozio su Big Commerce e che mettono a disposizione anche alcune soluzioni di pagamento integrate.

Nel caso dei pagamenti Paypal, si avrà a disposizione di una tariffa variabile in base al piano tariffario scelto.

Per un’idea più precisa sui prezzi, consultate il link.

starstarstarstarstar3.00 / 2 voto / i

Related Posts

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti alla Newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.