Francesco Giammanco Esci dalla modalità Reader

LinkedIn Learning, la piattaforma di e-learning

Ho parlato in un articolo passato dell’utilizzo di LinkedIn nel mondo del lavoro e della skills inventory, ma non ho menzionato la piattaforma LinkedIn Learning.

Si tratta infatti di una sezione staccata dalle funzioni principali dell’account così come lo conosciamo, perché si comporta a tutti gli effetti come una piattaforma di e-learning che non condivide notizie con il flusso tradizionale, ma solo l’utilizzo dell’account per accedere e per lasciare commenti o richieste di approfondimenti.

Che cos’è LinkedIn Learning?

Come ho già detto si tratta di una piattaforma di e-learning, che raggruppa le informazioni di diverse materie e ne affida la spiegazione a professionisti di fama, che forniscono una spiegazione, degli esercizi, e molto spesso una certificazione riguardante il campo spiegato nei video.

Requisiti

Per accedere a LinkedIn Learning è necessario possedere un account tradizionale ed accedere al link https://www.linkedin.com/learning/.

Una volta avuto accesso alla piattaforma sarà necessario registrare una carta di credito o un servizio di pagamento online come Paypal per continuare ad utilizzare il servizio.

E’ presente un periodo ad accesso gratuito, ma richiede comunque la registrazione di un metodo di pagamento e la rimozione manuale del permesso di rinnovo del servizio.

Da un punto di vista commerciale, un account nella sezione e-learning è un Account Premium e gode di tutte le altre opzioni descritte nelle informative interne alla piattaforma tradizionale.

Scegliere l’argomento

Terminate le operazioni di registrazione il sistema ci mette davanti la scelta di diversi argomenti, ognuno dei quali nel caso in cui venisse selezionato, darebbe vita ad altre specializzazioni interne alla materia.

Durante la vita dell’account è possibile modificare le impostazioni quante volte vogliamo, di conseguenza non è necessario perdere molto tempo in questa schermata.

Ci sono molte sotto sezioni che potrebbero sfuggirci o potremmo semplicemente essere interessati a cenni generali su una materia, che poi non verrebbe approfondita.

Gli argomenti o topics sono divisi in macro-categorie, ossia Business, Creative e Technology, che comprendono all’interno contenuti suddivisi in Subjects, Software e Learning Path.

I contenuti

I tre tipi di contenuti proposti dalla piattaforma benché simili forniscono un livello di approfondimento dell’argomento differente.

Il contenuto più completo è il percorso di apprendimento (learning path), che si sviluppa in una serie di lezioni concatenate tra loro di cui si fornisce la durata complessiva delle lezioni.

La qualità dei contenuti sono ottimi e sono spiegati davvero bene, ma solo alcune materie hanno dei veri e propri corsi tecnici (solitamente questo vale per i linguaggi di programmazione), ed in generale sono corsi semplici da seguire e fatti apposta per far venire curiosità.

I corsi sono invece contengono una quantità di informazioni minori, ma organizzata in maniera da fornire una piattaforma in grado di rispondere alle domande, fornire esercizi e materiale didattico esterno alla piattaforma (file), rilasciare micro certificati, fornire un notebook dove appuntare le proprie impressioni, e perfino una trascrizione del parlato del video.

I corsi sono generalmente in inglese, ma il servizio di trascrizione è ottimo e in generale gli insegnanti parlano un inglese davvero comprensibile.

Dalla trascrizione è inoltre possibile risalire al pezzo dell’esercizio o al momento del video interessato. Tramite un semplice clic sul testo si verrà caricato il punto equivalente del video.

Ed infine esistono i video, che contengono le informazioni inerenti un semplice problema o una spiegazione più semplice di quelle presenti in un corso.