Marketing SEO orientato al pre e post vendita

Pubblicato: Agosto 21, 2020
Autore: Francesco Giammanco
marketing seo pre e post vendita

Utilizzare all'interno di una strategia marketing SEO per ottimizzare il pre-vendita e il post vendita richiede una conoscenza della User Experience.

Uno degli aspetti più semplici all'interno del mondo digitale è acquisire dati, uno dei più complessi utilizzarli portando un vantaggio.

A tal riguardo, un approccio utile consiste nel prendere in considerazione i momenti del percorso di acquisto del cliente, cercando di modellare il proprio e-commerce in modo tale che supplisca alle richieste presenti in ogni fase.

Ottimizzazioni dei contenuti nel pre-vendita

In genere, prima di effettuare un acquisto, i clienti cercano informazioni sul prodotto da acquistare.

Durante questa operazione viene coinvolto il motore di ricerca e tutti quei siti in buona posizione che hanno pagine con intento di ricerca informazionale.

Di norma le pagine informazionali non sono presenti in tutti gli e-commerce, a causa forse di alterne vicende relative all'architettura del sito.

In linea generale un e-commerce è costituito da pagine che descrivono e indicano un percorso (home, pagine di categoria, ect) e dalle pagine dei prodotti.

In questa logica lo spazio per le informazioni viene ridotta come descrizione del prodotto, più o meno ampia.

Ma nella logica dei motori di ricerca, le caratteristiche di una pagina informazionali sono differenti da quelle di un prodotto, salvo non uscire dai tradizionali canoni degli e-commerce.

Anche in una SERP ibrida puntata al transazionale, i risultati informazionali presenti hanno una loro riconoscibilità, e attivano un percorso di acquisto differente che parte dal blog.

SERP con marketing seo informazionale
Esempio di pagina di ricerca con qualche risultato informazionale

Il blog dell'e-commerce e i suoi rischi

Per un periodo gli articoli specialistici del settore sembravano dipingere Google come "contento" di vedere associato un blog ad un e-commerce.

Ma se bisogna oggettivare le affermazioni, credo sia più corretto parlare di architettura dell'esperienza utente.

Quando un consumatore trova un articolo informazionale, potrebbe non rendersi conto di aver iniziato il percorso di acquisto

Alcuni consumatori inizieranno il loro viaggio cercando leggendo risposte utili a risolvere il loro problema, e così scoprire la necessità di effettuare un acquisto.

Non tutti compiono questo percorso, altri utenti potrebbero semplicemente cercare una comparativa di diversi marchi.

La strategia del blog dell'e-commerce è di educare i consumatori quando sono ancora indipendenti dai brands. 

Le campagne di ricerca organica hanno un diverso impatto se percepite dopo aver compreso quali sono i brand di valore presenti in quel settore.

Uno degli aspetti più semplici all'interno del mondo digitale è acquisire dati, uno dei più complessi utilizzarli portando un vantaggio.

A tal riguardo, un approccio utile consiste nel prendere in considerazione i momenti del percorso di acquisto del cliente, cercando di modellare il proprio e-commerce in modo tale che supplisca alle richieste presenti in ogni fase.

Test A/B per il blog dell'e-commerce

Il perfezionamento delle meta description, dei tag Alt delle immagini e i rapporti tra i contenuti e la strategia della campagna richiedono test A/B realizzabili con Google Optimize o con altri strumenti specialistici.

Tramite queste operazioni si cercano di evitare errori ricorrenti che vogliono le pubblicità puntare unicamente ai prodotti, senza un supporto informativo su tutto ciò che l'acquisto del prodotto comporta o più semplicemente tutte le aree semantiche che veicolano il flusso di clienti verso l'acquisto.

Un altro argomento altrettanto difficile da valutare senza l'utilizzo di SEO e test A/B è la creazione e ottimizzazione dei PDF di complemento ai contenuti del sito.

Molti prodotti vengono accompagnati (dovrebbero) da documenti esplicativi che suppliscono in prima battuta al desiderio di possedere un libretto di istruzioni.

Esistono molti altri casi in cui è necessario ottimizzare i PDF sia per un bisogno manifesto dell'utente di tali informazioni (che a questo punto possono essere raggiunte tranquillamente online), sia per migliorare le fasi di post vendita del prodotto.

Post vendita e SEO

In termini di operazioni compiute tramite Google, un acquisto non termina la ricerca di informazioni.

Le modalità di utilizzo di un prodotto, comprendere le reazione dei clienti e quindi intercettarli cercando di massimizzarne o minimizzarne la risonanza rappresentano solo alcuni momenti da raccogliere tramite lo sviluppo di pagine ben posizionate.

Il SEO dietro il successo di un brand consiste nella raccolta più efficace di commenti e contatti con il sito, in una serie di operazioni di feedback e supporto al customer care esistente o da creare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram