Remarketing su Google Ads con Analytics

remarketing su Google Ads

Realizzare una campagna remarketing potrebbe apparire ai meno esperti come un’azione rischiosa, come un’investimento pubblicitario da compiere per aumentare i propri incassi alla ricerca dei clienti.

In realtà il bisogno di realizzare una remarketing nasce principalmente dalla voglia di conoscere gli utenti del proprio sito. Si tratta infatti di razionalizzare la funzionalità dei contenuti proposti e cercare di comprendere quali argomenti attivano l’interesse dell’utenza.

Che cos’è una campagna remarketing?

Una campagna remarketing è una particolare forma di advertising che utilizza le informazioni raccolte dagli strumenti di analisi del traffico per fornire delle liste di contatti a cui proporre dei servizi o dei prodotti per cui c’è un interesse. Dopotutto, se l’utente stava cercando sul tuo sito alcune informazioni vuol dire che è interessato a quell’argomento.

A differenza di una campagna di advertising tradizionale, il traffico selezionato dalla pubblicità deve averti già conosciuto. Non si tratta di nuove persone, bensì di vecchi visitatori da convincere a concludere il loro acquisto presso il tuo sito.

I principali vantaggi di questo tipo di pubblicità è che costa poco e si rivolge ad un pubblico interessato e che conosce già i temi trattati.

Nonostante si possano realizzare remarketing con la maggior parte delle piattaforme pubblicitarie in circolazione, social compresi, in questo articolo parlerò di uno strumento storico per la creazione di pubblicità, Google Ads.

Come realizzare una remarketing con Google Ads

Prima di iniziare a realizzare una campagna, bisogna effettuare una serie di operazioni:

  • aprire un account Google Ads
  • possedere un account Google Analytics
  • connettere Analytics a Google Ads
  • possedere un account Google Tag Manager (opzionale)

Dopo aver compiuto queste operazioni sarà possibile creare una campagna di advertising che utilizzi come segmento di pubblico i dati di Google Analytics.

Creare una campagna su Google Ads

Per seguire la procedura che sto per spiegare, non è necessario iniziare a creare una campagna di tipo Vendita, come consiglia l’operazione automatizzata di Analytics, ma è possibile creare una campagna senza un target, per poi aggiungere come segmento di pubblico di dati catturati da Google.

Per iniziare bisogna fare clic su Nuova Campagna e scegliere il tipo più adatto:

  • vendite: è molto utile se bisogna vendere su più device, sopratutto se la vendita è divisa tra sito e app.
  • lead: si tratta di uno strumento dedicato alle campagne di conversioni, e molte campagne che vengono servizi rientrano in questa categoria.
  • traffico: si tratta di campagne che puntano ad allargare l’utenza del sito.
  • considerazione del prodotto e del brand: si tratta di campagne esclusivamente visive, che forniscono supporto solo su Youtube e la rete Display.
  • notorietà del brand e copertura: gli strumenti sono gli stessi della campagna precedente, ma si spinge di più su aumentare l’awareness del marchio o del prodotto.
  • promozione app.
  • campagna senza obiettivo: si tratta della cosiddetta opzione “custom” che prende spunto da eventuali campagne precedenti presenti nell’account.

Terminata questa sezione, bisognerà configurare gli obiettivi e selezionare il tipo di campagna desiderata:

  • rete di ricerca: si tratta dell’inserzione tradizionale, quella testuale in SERP
  • rete Display: campagna che utilizza il servizio Google Adsense per far comparire i banner pubblicitari sui siti che hanno aderito all’iniziativa.
  • shopping: la rete di Google Shopping richiede la creazione di un feed tramite Merchant Center, per pubblicizzare prodotti aventi una scheda ben definita (costi, spedizione, ect).
  • video: pubblicità su Youtube.
tipo di campagna per remarketing

Attivare la remarketing su Analytics

Sebbene i dati di Google Analytics contengano le informazioni necessarie per realizzare una campagna remarketing bisogna creare un collegamento tra una vista di Analytics e un account Google Ads, e poi aggiungere uno specifico codice che permetta di “trattenere” i dati all’interno di un elenco remarketing.

Ci sono diversi modi per terminare con successo queste azioni, sopratutto riguardo l’installazione del codice, motivo per cui fornirò le due varianti principali.

Creare una vista di Analytics per la remarketing

Per integrare un account Ads su Analytics bisogna connettere una proprietà tramite il bottone Collegamento di Google Ads, che da la possibilità di impostare gli obiettivi del sito e creare un segmento di pubblico da utilizzare nella remarketing.

Connessione tra Analytics e Google Ads

Una volta iniziata la procedura, sarà incredibilmente facile collegare Google Ads alla vista. Alla fine della procedura verrà offerto di iniziare una campagna pubblicitaria cliccando su un link; la campagna però sarà settata in automatico come campagna di vendita.

Se il tuo intento era realizzare una campagna di altro genere, basterà non cliccare nulla, integrare prima il codice necessario per attivare la remarketing sul sito e poi iniziare una campagna su Ads.

Pannelli di Analytics

Attivare il codice remarketing (tradizionale)

Per completare l’attivazione basta inserire il seguente codice, modificandolo con il vostro ID:

<script async src="https://www.googletagmanager.com/gtag/js?id=AW-123456789"></script>
    <script>
    window.dataLayer = window.dataLayer || [];
    function gtag(){dataLayer.push(arguments);}
    gtag('js', new Date());
     
    gtag('config', 'AW-123456789'
);
</script> 

Successivamente potete controllare lo stato dell’installazione su Libreria condivisa > Segmenti di pubblico e fare clic su Dettagli tag e selezionare Impostazione.

Attivare il codice con Tag Manager (opzionale)

Se hai installato il codice di tag Manager sul sito, puoi inserire una nuovo Tag direttamente da lì. Si tratta di un codice pre-generato che si chiama Remarketing di Google Ads e richiede solo l’inserimento dell’ID di conversione e segnalare in quale pagine questo Tag sarà attivo.

Configurare la remarketing su una campagna esistente

Realizzare una campagna remarketing è incredibilmente semplice, perché si dovrà semplicemente implementare un segmento di pubblico a livello di campagna o di annunci.

Per iniziare la procedura, basta includere la vista di Analytics all’interno di un nuovo segmento di pubblico, come da pannelli Libreria condivisa > Segmenti di pubblico > Crea elenco per il remarketing (per trovarlo basta premere sul segno ” + ” presente nel pannello principale).

A questo punto basta cliccare su un segmento esistente e utilizzare l’opzione di selezionamento Aggiungi a.. (Campagne / Annunci).

Terminata anche questa fase, si potrà decidere se corroborare la remarketing con dei dati presi tradizionalmente, dalla segnalazione di segmenti di pubblico di Google Ads o tramite la ricerca per parole chiave, oppure dedicare la campagna unicamente alla funzione di comunicazione con i visitatori del sito.

Per attivare una campagna basata unicamente sui dati della remarketing, bisognerà che quest’ultima comprenda almeno i dati di mille visitatori.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.