Continuando con la carrellata di tools utili per le operazioni SEO, oggi vi presento Semrush.

Semrush è un software russo offerto in Saas (software as a service, di fatto viene fornito un account nel quale è presente un’istanza del software) abbastanza poliedrico, che offre una versione semplificata per un uso gratuito ma comunque utile a piccole analisi sui backlink presenti sui siti.

Informazioni offerte gratuitamente

Prima di iniziare la carrellata di servizi offerti, è interessante notare come Semrush abbia offerto agli utenti e massimizzato la propria visibilità attraverso alcune sezioni presenti sul sito, che si occupano rispettivamente di fornire webinar gratuiti, un blog i cui articoli sono curati da ospiti con alte competenze tecniche e un’Accademia, uno spazio online dove SEO Specialist offrono informazioni all’interno di corsi gratuiti, come nel caso di Greg Gifford.

Semrush

Dentro la dashboard

La dashboard di Semrush è semi-tradotta in italiano. Nonostante la lingua possa sembrare un impedimento, il linguaggio tecnico e le traduzioni posizionate strategicamente ne rendono comunque agevole l’utilizzo.

La barra di ricerca in alto abilita la panoramica del dominio (visualizza il numero di backlink, le keyword e le stime di traffico del sito), la ricerca organica di una keyword, la ricerca delle PLA (gli annunci illustrati di Google). Tramite la barra di ricerca si possono analizzare i messaggi pubblicitari dei competitors, per campagne pubblicitarie ad ampio spettro. Nella stessa pagina sono attivabili tavole di confronto per analizzare la posizione delle parole chiave in comune tra i domini.

Meno utile per i SEO esperti, la keyword magic tool offre consigli sui termini da implementare sul proprio sito.

Il Topic Research invece scansiona un sito per fornire spunti utili per il copywriting (da usare rigorosamente sui competitors). Una volta individuata la parola chiave di interesse, fornisce una serie di accorgimenti per ricercare backlink tematici, parole associate semanticamente alla principale.

Un’altra delle opzioni presenti in dashboard permette di salvare le informazioni dei siti che si vogliono tenere d’occhio.

Conclusioni

Il vantaggio principale di Semrush è quello di integrare più servizi su un unico account. Sebbene il costo del mensile risulti oneroso, l’utilizzo completo del software merita la spesa, nel caso in cui realmente si sfrutti appieno. Nel caso contrario, esistono soluzioni meno sofisticate ma gratuite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.