SEO audit avanzata e template

Pubblicato: Settembre 7, 2020
Autore: Francesco Giammanco
SEO audit avanzata e template

Una SEO Audit è l'analisi di un sito web che prende in considerazione i fattori di posizionamento di un sito, nella fattispecie gli aspetti di SEO tecnica, di SEO copywriting e scansione dei server log.

Generalmente per eseguire una SEO audit c'è bisogno di un metodo, degli strumenti (monitoraggio, scansione) e un file per segnalare le modifiche da apportare.

Risorse per la SEO audit

Lo scopo di questa guida è di ottimizzare una SEO Audit valida per diversi scopi, al momento servito in un formato ma che verrà a breve riutilizzato per diversi strumenti simili ma pensati per utenti con bisogni differenti:

Per tutti coloro che volessero studiare come effettuare un audit professionale, la guida verrà divisa in:

SEO audit professionale

Metodo di analisi

Prima di iniziare a raccogliere dati ed analizzarli c'è bisogno di avere un metodo di analisi della piattaforma presa in considerazione.

Il metodo varia in base alla preparazione e al fine del consulente.

Solitamente si tende ad operare seguendo una prospettiva economica / commerciale, altre volte si preferisce un approccio squisitamente tecnico.

Nel primo caso si tende a mettere in evidenza un eventuale vantaggio delle operazioni SEO, con giudizi che riguardano la fattibilità del progetto o la sua convenienza.

Non è sempre necessario completare l'audit, a volte dai primi step risulta chiaro che non vale la pena procedere oltre.

In termini pratici non esiste una differenza tra i due metodi se vengono portati completamente a termine, ma nei due casi l'accento viene posto su elementi differenti in tempi differenti.

Un esempio del metodo che è stato definito accademico può essere questo https://trello.com/b/V56irzNw/seo-audit-francesco-giammanco

Qui di seguito un esempio di applicazione di una SEO audit:

  1. I dati sull'autorità del sito: si effettua una prima disamina sulla dimensione del sito / traffico e sulle keywords utilizzate per posizionarsi, il profilo backlinks (ma senza scendere nel dettaglio) e il settore in cui l'azienda è presente e punta a ingrandirsi. In questa prima fase si effettua una stima sull'autorità del sito, considerandolo in maniera monadica.
  2. I dati relativi al business del sito: si tratta di un'analisi che mira a comprendere il rapporto tra il sito e i competitor. In questa fase oltre alle parole chiave rilevanti si prendono in considerazione tutte le code lunghe sviluppate nelle SERP e gli argomenti meno rilevanti da un punto di vista di traffico, ma in cui sono compresenti articoli dei competitor.
  3. SEO Tecnica: si prendono in considerazione tutti i fattori di tecnici del sito. Sono tante le operazioni da effettuare ed alcune di esse richiedono molta attenzione, motivo per cui si consiglia l'utilizzo di una buona checklist da seguire.
  4. Architettura del sito: si prendono in considerazione gli argomenti trattati dalla piattaforma in relazione alla link building interna, alla duplicazione di contenuti e ad altri fattori che sottendono alla strutturazione architettonica del sito.
  5. Pubblicazioni: riguardano gli aspetti contenutistici e redazionali del sito. Rientrano almeno in parte nella competenza del SEO copywriter. Si prendono in considerazione la frequenza di pubblicazione, quella su Google News e Google Discover.
  6. Link Building: si scende nei dettagli della link building sviluppata in precedenza, dando attenzione alle ridondanze generate al momento della richiesta di backlinks (se innaturali).
  7. Usabilità del sito: molto del codice HTML che compone un articolo e più in generale il sito nel corso degli anni ha perso almeno in parte la loro importanza semantica, riguadagnandola da un punto di vista di User Experience. La dimensione di un testo, il tag HTML utilizzato hanno un valore relativo alla funzione svolta per gli utenti.
  8. Controllo penalizzazioni: in questa sezione si controlla anche la presenza di eventuali tentativi di Negative SEO effettuati ai danni. Di norma, per piccole audit queste operazioni vengono accorpate a quelle relative alla link building.
  9. Web semantico: i motori di ricerca sono sempre più interessati ad utilizzare il linguaggio umano, più che comprenderne i significati delle parole. I dati strutturati sono uno degli elementi con cui un sito web si rende più comprensibile ai motori di ricerca.

Strumenti SEO

Per semplificare la spiegazione sugli strumenti da utilizzare i tools da utilizzare verranno divisi in strumenti SEO di monitoraggio, di scansione, di ricerca, archivi dati e relativi alla performance.

Strumenti di monitoraggio

Sono quelli che devono essere installati prima dell'audit, e che generalmente ogni sito utilizza, quantomeno nella forma di:

Riguardo Yandex Metrica, è da considerarsi sia un'alternativa valida ad Analytics, sia uno strumento per validare la user experience dell'utenza.

Strumenti di scansione e ricerca. Archivi dati

Si occupano di effettuare una scansione del sito, al fine di fornire una lista ordinata di elementi: tag h1, description, alt delle immagini, ect.

Il più famoso è sicuramente Screaming Frog.

Esistono anche degli strumenti che si occupano specificamente di fornire un numero minore di dati per lavori specifici (come per esempio la creazione delle sitemap).

In molti casi si occupano dell'aggregazione dei dati necessari per svolgere l'audit del sito:

Operatori di ricerca di Google

Ahrefs (consigliata la versione da 7 giorni di utilizzo per tutti coloro che iniziano adesso), Semrush o SEOZoom.

La maggior parte delle moderne suite SEO comprendono degli strumenti per effettuare delle ricerche mirate. Spesso una suite contiene i dati sul posizionamento del sito precedenti alla nostra ricerca.

Strumenti relativi alla performance

Come sviluppare una SEO audit

Se il metodo di creazione di un'audit indica un ordine di sviluppo delle operazioni da compiere, queste ultime possono essere raccolte e catalogate in modo da sviluppare dei moduli funzionali.

Qui di seguito una proposta di sviluppo delle categorie di una SEO audit:

  1. Indicizzazione.
  2. Accessibilità.
  3. Architettura.
  4. Contenuti.
  5. Off-Page.
  6. Negative SEO e Penalizzazioni.
  7. User Experience.
  8. Web semantico (dati strutturati).

Sicuramente una SEO audit effettuata su un sito aziendale per la prima volta o semplicemente con clienti che non ci supportano del tutto non partirà della vista di Google Search Console, ma in quel caso punteremo ad un approccio un po più pratico descritto

Indicizzazione

Le voci della categoria indicizzazione sono:

Verifica Google Search Console

Controlla che ci sia almeno una proprietà dedicata al dominio su Google Search Console, e che tu ne abbia accesso.

Nel caso non sia stata creata una proprietà, creane una.

Controlla se la proprietà del dominio è legata al dominio o ad una singola vista (versioni del sito con sottodomini o con protocollo SSL piuttosto che mancante).

I dati storici del sito potrebbero essere distribuiti su diverse proprietà. Vedi https://www.francescogiammanco.it/proprieta-di-google-search-console/

Quante pagine risultano indicizzate? Approfondimenti:

Approfondimento Google.

Secondo approfondimento Google.

Dal menu Copertura di Google Search Console controllare le pagine escluse e le pagine valide con avvisi.

Controllo dominio

Verifica le seguenti caratteristiche:

Sottodomini (anche www.)

Alcuni non sanno che "www." è un sotto dominio. Prova ne è

Status Codes

Effettua una scansione veloce con uno strumento come Screaming Frog per avere un'idea sulla presenza e il numero dei seguenti status codes:

Risorse:

https://support.google.com/webmasters/answer/93641?hl=it

https://webmasters.googleblog.com/2008/08/make-your-404-pages-more-useful.html

HTTP Headers

Gli headers HTTP sono i dati riguardanti l'interazione tra il browser del client e il server che le riceve e invia nuove informazioni.

Vengono trasmessi tramite il protocollo HTTP. Per effettuare un check valido bisogna controllare che:

Multi dominio, lingue e Hreflang

Indicizzazione sui motori di ricerca esteri

Le regole vigenti sui motori di ricerca esteri tendono ad essere differenti. Si consiglia di:

Robots.txt

Per maggiori informazioni vedi https://www.francescogiammanco.it/guida-al-file-robots-txt/.

Risorse:

https://support.google.com/webmasters/answer/6062608?hl=it

https://support.google.com/webmasters/topic/4598466?hl=it

https://support.google.com/webmasters/answer/6062596?hl=it

https://developers.google.com/search/reference/robots_txt

File .htaccess

Il file htaccess si occupa di bloccare e gestire le informazioni di una o più directory. Può essere inserito (lo standard) nella root del sito:

Sitemap

I controlli da effettuare relativi ad una sitemap sono:

Risorse:

https://support.google.com/webmasters/answer/156184?hl=it

https://support.google.com/webmasters/answer/183668?hl=it

Scansione del sito

Google invia Googlebot a scansionare le pagine utilizzando come parametri la capacità di carico del server alle sue sollecitazioni, l'aggiornamento dei contenuti e molto altro. Per effettuare un'analisi approfondita dei valori monitorati bisogna conoscere:

Risorse:

https://www.francescogiammanco.it/analizzare-googlebot-con-analytics-e-awstat/

https://support.google.com/webmasters/answer/48620?hl=it

https://support.google.com/webmasters/answer/6065812?hl=it

https://support.google.com/webmasters/answer/1061943?hl=it

https://support.google.com/webmasters/answer/182072?hl=it

Analisi dei server log

Risorse:

https://www.francescogiammanco.it/come-analizzare-i-server-log/

https://www.francescogiammanco.it/analizzare-googlebot-con-analytics-e-awstat/

Noindex

Per rendere efficace l'indicazione noindex bisogna ricordarsi di non bloccare la scansione da file robots.txt. Per informazioni:

https://www.francescogiammanco.it/noindex-nascondere-un-sito/

https://support.google.com/webmasters/answer/93710?hl=it

Accessibilità e UX

Si tratta di una sezione dedicata al monitoraggio delle informazioni che migliorano l'accessibilità al sito e l'esperienza dell'utente.

Una migliore navigazione sul sito equivale a parametri più vicini a quelli presenti nei siti al top delle varie categorie.

Quali sono i limiti della tecnologia utilizzata?

Effettuare un check sull'obsolescenza dei software utilizzati tende ad essere un vantaggio trasmesso per le operazioni di aggiornamento delle regole di visibilità di una pagina (e UX):

Mobile first

Performance del sito e Core Web Vitals

La performance o prestazione offerta da PageSpeed Insight fornisce uno o più valori che segnalano la resa tecnica del sito secondo i parametri del motore di ricerca:

Vedi: https://www.francescogiammanco.it/web-vitals/ e https://www.francescogiammanco.it/aumentare-la-performance-del-sito/

Canonical

Risorse:

https://youtu.be/pLctfXxqoiQ

https://support.google.com/webmasters/answer/139066?hl=it

https://webmasters.googleblog.com/2013/04/5-common-mistakes-with-relcanonical.html

https://developers.google.com/web/tools/lighthouse/audits/canonical

Cambia User-Agent

Guarda il sito con un differente user-agent che ti consentirà di vedere il sito come fanno i crawler dei motori di ricerca. Così potrai vedere se c'è un qualche tipo di occultamento.

Rendering del sito con CSS e Javascript disattivati

Strumenti utili per effettuare questi test:

CDN

Eyetracking Rules (No Google)

Alcuni strumenti hanno integrato strumenti di valutazione della User Experience tra quelli che forniscono informazioni per l'indicizzazione e il posizionamento del sito.

Yandex per esempio effettua scansioni di questo tipo tramite Yandex Metrica collegato agli strumenti di Yandex WebMaster:

https://www.francescogiammanco.it/yandex-metrica-analisi-web/

https://www.francescogiammanco.it/posizionamento-yandex-motore-di-ricerca/

https://www.francescogiammanco.it/yandex-webmaster/

HTML5

Il codice HTML può essere minificato e controllato per velocizzare il caricamento delle pagine

Risorse:

https://gtmetrix.com/minify-html.html

https://support.google.com/webmasters/answer/100782?hl=it

CSS

Per le specifiche tecniche sulle dipendenze del CSS e su tecniche relative alla risoluzione di problemi: https://www.francescogiammanco.it/ottimizzare-il-css-per-il-posizionamento-del-sito/

Risorse:

https://developers.google.com/speed/docs/insights/MinifyResources

https://developers.google.com/web/tools/lighthouse/audits/minify-css

Javascript

Risorse:

https://www.francescogiammanco.it/seo-e-javascript/

https://youtu.be/4vtVUBzw9Rs

https://youtu.be/LXF8bM4g-J4

https://webmasters.googleblog.com/2020/05/frequently-asked-questions-about.html

https://webmasters.googleblog.com/2019/03/introducing-new-javascript-seo-video.html

https://developers.google.com/speed/docs/insights/BlockingJS

Ajax

Risorse:

https://webmasters.googleblog.com/2015/10/deprecating-our-ajax-crawling-scheme.html

https://developers.google.com/webmasters/ajax-crawling/

https://support.google.com/webmasters/answer/174993?hl=it

https://webmasters.googleblog.com/2014/10/updating-our-technical-webmaster.html

Altri errori

Gli strumenti del browser riportano errori durante la navigazione sulle pagine?

Architettura del sito

Vedi:

https://www.francescogiammanco.it/posizionamento-e-architettura-del-sito/

https://webmasters.googleblog.com/2008/10/importance-of-link-architecture.html

Gerarchia delle pagine

Risorse:

https://developers.google.com/search/docs/data-types/breadcrumb

https://developers.google.com/search/docs/guides/enhance-site

https://webmasters.googleblog.com/2015/04/better-presentation-of-urls-in-search.html

https://webmasters.googleblog.com/2010/09/rich-snippets-testing-tool-improvements.html

http://www.bruceclay.com/eu-it/seo/silo.htm

Url del sito

Risorse:

https://support.google.com/webmasters/answer/76329?hl=it

https://webmasters.googleblog.com/2012/08/configuring-url-parameters-in-webmaster.html

https://webmasters.googleblog.com/2011/07/improved-handling-of-urls-with.html

https://ga-dev-tools.appspot.com/campaign-url-builder/

https://support.google.com/analytics/answer/1033867?hl=it

Pagine orfane

Si tratta delle pagine non raggiungibili da link presenti sul sito, e quindi inesistenti per gli utenti, raggiungibili solo con forme differenti di scansione:

Link interni

Si tratta dei link che permettono la navigazione interna del sito.

Risorse:

https://support.google.com/webmasters/answer/138752?hl=it

https://googlewebmastercentral.blogspot.com/2007/02/discover-your-links.html

Cache PWA e TWA, Google Cache

Le progressive web app sono in grado di operare con la cache di alcuni browser come Chrome e Firefox. In aggiunta bisogna prendere in considerazione anche la cache dei risultati di ricerca di Google.

Risorse:

https://support.google.com/websearch/answer/1687222?hl=it

https://www.francescogiammanco.it/progressive-web-app-lighthouse/

https://www.francescogiammanco.it/trasformare-un-sito-in-twa/

https://www.francescogiammanco.it/one-signal-push-notification/

Rendering di Googlebot

Risorse:

https://support.google.com/webmasters/answer/6066468?hl=it

https://googlewebmastercentral.blogspot.com/2014/05/rendering-pages-with-fetch-as-google.html

Rel Next / Prev

E' sempre necessario un controllo per verificare la corretta installazione. https://webmasters.googleblog.com/2011/09/pagination-with-relnext-and-relprev.html

AMP

Vedi https://www.francescogiammanco.it/amp-come-installarle/

Open Graph

Si tratta di una specifica che introduce un sito all'interno del grafo social di Facebook.

Risorse:

http://ogp.me/

https://developers.facebook.com/tools/debug/

Altri accorgimenti?

Contenuti

Si tratta di una sezione contenente elementi visibili all'utente o in stretta correlazione con essi, presi in considerazione singolarmente o in relazione tra loro.

Search Intent

E' importante comprendere l'intento di ricerca delle persone che cercano all'interno della SERP in cui vogliamo posizionarci. https://www.francescogiammanco.it/search-intent-semantica/

Meta title

Risorse:

https://support.google.com/webmasters/answer/35624?hl=it

https://support.google.com/webmasters/answer/79812?hl=it

Meta description

Risorse:

https://support.google.com/webmasters/answer/79812?hl=it

Headings (H1 - H2 - H3 - H4)

Contenuti (riassuntivo)

Risorse:

https://support.google.com/webmasters/answer/2721311?hl=it

https://www.francescogiammanco.it/advertising-copywriting-vs-seo-copywriting/

https://www.francescogiammanco.it/scegliere-argomento-per-articolo/

https://www.francescogiammanco.it/iframe-indicizzazione/

https://www.francescogiammanco.it/podcast-aumenta-la-visibilita/

https://www.francescogiammanco.it/lazy-loading-immagini-e-video/

Keywords

Contenuti duplicati

Controlla l'indicizzazione dei parametri presenti nelle URL e i risultati di ricerca, ma anche proprio la duplicazione dei contenuti. Usa Google Webmaster Tools, Screaming Frog, Copyscape.

https://support.google.com/webmasters/topic/6080547

hl=ithttps://support.google.com/webmasters/answer/6080550?hl=it

Immagini

Risorse:

https://www.francescogiammanco.it/lazy-loading-immagini-e-video/

https://support.google.com/webmasters/answer/114016?hl=it

https://developers.google.com/web/fundamentals/performance/optimizing-content-efficiency/image-optimization

https://support.google.com/webmasters/answer/178636?hl=it

Off Page

Questa sezione comprende gli aspetti di posizionamento determinati fuori dalle pagine del sito.

Backlink

Risorse:

https://support.google.com/webmasters/answer/66356?hl=it

https://youtu.be/mTjN9x-by-I

https://www.francescogiammanco.it/come-realizzare-una-link-building/

https://www.francescogiammanco.it/link-building/

Anchor text

Link nofollow

Risorse:

https://www.francescogiammanco.it/social-seo/

Domini

Profili backlink dei concorrenti

Errori, Negative SEO e penalizzazioni

Si tratta di una sezione in cui verranno segnalate le possibile opzioni di penalizzazione da evitare (e su cui fare un check) e revisione dei dati in vista di eventuali attacchi.

Penalizzazioni

Disavow file

Vedi https://support.google.com/webmasters/answer/2648487?hl=it

Negative SEO

L'elenco che trovi sotto questo paragrafo riporta tutti i check da effettuare per essere più sicuri in merito a dubbi su attacchi SEO (Negative SEO).

Vedi https://www.francescogiammanco.it/difesa-negative-seo/

Web semantico

Si tratta di una sezione "jolly", che contiene alcune delle voci in espansione relative al bisogno dei motori di ricerca di comprendere le funzionalità dei contenuti dei siti web.

Dati strutturati

https://www.francescogiammanco.it/structured-data-rich-snippet-breadcrumb-sitelink/
https://support.google.com/webmasters/answer/2650907?hl=it
https://developers.google.com/search/docs/guides/intro-structured-data
https://webmasters.googleblog.com/2011/06/introducing-schemaorg-search-engines.html
https://support.google.com/webmasters/answer/2692911?hl=it

Voice search

Guida quality rater di Google

https://www.francescogiammanco.it/guida-quality-rater/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram