SEO su Baidu, il motore di ricerca cinese

Pubblicato: Aprile 25, 2020
Autore: Francesco Giammanco
SEO su Baidu

L'accesso al mercato digitale cinese non è semplice, ed un buon modo per iniziare è conoscere il motore di ricerca Baidu, utilizzato in Cina dal 70% degli utenti online.

Come accade nei paesi in cui esistono più motori di ricerca, sebbene il traffico non passi da Google, esiste comunque uno standard di utilizzo ed un motore più utilizzato.

In Cina, si tratta appunto di Baidu a definire lo standard.

Come registrare un sito su Baidu

Il punto di partenza per poterti connettersi agli utenti cinesi è registrare un sito sul motore di ricerca più utilizzato.

Per farlo bisogna iniziare la procedura di registrazione sul tool dedicato ai webmasters, chiamato Passport.

Login e registrazione su Baidu

La registrazione richiede le seguenti informazioni:

Sebbene possa sembrare una semplice registrazione, la richiesta (obbligatoria) di un numero di telefono cinese complica parecchio la procedura.

Per molte nazioni (nel momento in cui viene scritto questo articolo l'Italia non rientra tra questi paesi) esiste un pannello alternativo per registrarsi con un numero del proprio paese: https://passport.baidu.com/v2/?reg&overseas=1

Utilizzare caratteri cinesi in una pagina HTML

Per farlo, basta inserire dentro <head> il seguente codice:

<meta http-equiv="Content-Type" content="text/html; charset=UTF-8" />

Scaricare Pan.Baidu

Finita questa operazione, è necessario scaricare un software necessario per caricare file negli spazi cinesi più facilmente (i provider cinesi spesso sono difficili da contattare e da utilizzare), che si chiama Pan Baidu.

Il software funziona come Google Drive di fatto, sotto molti punti di vista, ma esiste un limitatore sulla velocità di download e upload.

Pan.Baidu

Strumenti per i webmaster

Terminata la creazione dell'account, sarà necessario inserire il sito.

dashboard di baidu

Il requisito principale per indicizzare e posizionare il sito è che siano presenti dei contenuti in lingua cinese, la versione inglese del testo non serve o quantomeno non è necessaria.

La registrazione avviene all'interno degli strumenti per il webmaster, una serie di pannelli da tradurre grazie agli strumenti del browser, ma si può cercare di evitare una parte della traduzione ma sopratutto della memorizzazione delle posizioni degli strumenti utilizzando questo link https://ziyuan.baidu.com/linksubmit/url che permette di inserire le singole url in cinese.

SEO su Baidu

Una volta caricato le proprie pagine sul motore di ricerca è necessario operare per migliorarne il posizionamento.

Il modo più semplice per operare è comprendere lo scarto di interesse delle operazioni da compiere rispetto allo standard Google:

Per quanto riguarda la link building, la quantità di backlinks ha un peso importantissimo sul posizionamento, anche se gli algoritmi che calcolano la qualità dei backlinks non è paragonabile (visto che sono sconosciuti), ma per sottolineare le differenze tra i due motori di ricerca basti sapere che un link non ipertestuale viene considerato come l'equivalente ipertestuale da Baidu.

Strumenti per ricercare le parole chiave

Come accade sul Keyword Planner di Google Ads anche sul motore di ricerca cinese è possibile controllare il traffico delle parole chiave attraverso il link che porta agli strumenti del webmaster https://ziyuan.baidu.com/

Regole sui contenuti

Baidu punisce severamente i siti che forniscono contenuti duplicati.

Ogni pagina deve contenere almeno 300 parole e contenere del testo che sia riconoscibile come appartenente ad uno dei 7 dialetti più utilizzati.

Il limite di caratteri per il title, nel caso di caratteri romani è di 70, ma sono 35 nel caso si utilizzi il cinese semplificato.

Per lo stesso motivo il numero massimo di caratteri occidentali nella description della pagina sono 156, o 78 per il cinese semplificato.

Regole sul SEO tecnico

Il file robots.txt non viene utilizzato e non è gradito dal motore di ricerca cinese, così come la pratica di generare dei sottodomini non è un fattore che semplifica l'indicizzazione e il posizionamento.

Per lo stesso motivo si sconsiglia di utilizzare gli iframe, che non sono affatto percepiti, a livello di scansione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram