Crea un template WordPress per archivi, post e pagine

Pubblicato: Novembre 16, 2020
Autore: Francesco Giammanco
Template WordPress

I template WordPress sono le strutture flessibili che permettono di cambiare il layout delle pagine, singolarmente o per tipologia.

Sarà dunque facile modificare i template di categorie, tag e pagine specifiche, come può essere una pagina 404 o una pagina o post pensato per un servizio con un layout particolare.

Cosa sono i template WordPress?

I template WordPress sono file che segnalano a WordPress che display deve avere un certo tipo di contenuto.

Per essere precisi, ogni qualvolta un utente clicca per richiamare una pagina presente sulla piattaforma WordPress, il CMS fornisce il modello più adatto presente nel tema grafico, il template appunto, oltre alle informazioni specifiche presenti nella pagina richiamata.

Una pagina caricata da WordPress contiene diversi template, organizzati gerarchicamente come indicato nel link e nell'immagine seguente.

gerarchia template WordPress
Gerarchia dei template di WordPress

Come modificarli?

La gerarchia dei template ha la funzione di segnalare quale file ha la precedenza su un altro.

Seguendo le indicazioni riportate nell'immagine poco sopra, o utilizzando la pagina per visualizzare la gerarchia interattiva, è possibile capire quali sono i file che interagiscono in maniera più selettiva, secondo quest'ordine (dal più specifico al più generico):

  1. category-{slug}.php,
  2. category-{id}.php: se l'ID della categoria è 5, diventerà category-5.php,
  3. category.php,
  4. archive.php,
  5. index.php,

Di conseguenza, operare sulla singola categoria, basterà selezionare o generare un file che ne indichi l'ID, per modificare tutte le categorie basterà influenzare il file category.php, per modificare tutti gli archivi il file archive.php o index.php per modificare l'aspetto dell'intero sito.

Per creare un nuovo file, basta copiare il file più in basso nella gerarchia, quindi per creare un file specifico er una categoria basta copiare il file category.php.

Dove collocare i file dei template?

Data la natura instabile dei file su WordPress e considerando che il lavoro sui template comporta la modifica di file essenziali che potrebbero essere aggiornati, si consiglia di spostare i file nella versione child del tema grafico.

Tag condizionali

I template possono essere composti utilizzando i tag condizionali, che si attivano seguendo una corrispondenza: se l'indicazione segnalata viene soddisfatta, allora il tag viene attivato.

E' possibile applicare i tag condizionali a menu interni, pagine, post, e anche ai template WordPress.

Per fare un esempio pratico, se si volesse inserire un particolare elemento HTML e renderlo visibile in ogni categoria, bisognerebbe usare il tag dinamico is_category(), oppure un'indicazione più precisa per mostrarlo in una singola categoria, come ad esempio is_category(3), dove 3 è l'ID della categoria da modificare.

Tra i tag più utilizzati vi sono:

  1. is_page(),
  2. is_home(),
  3. is_front_page(),
  4. is _category(),
  5. is_single(),
  6. is_archive().

Creare file e modelli specifici

Oltre alle modifiche inerenti insiemi di pagine, come possono essere le categorie e i tag, è possibile andare a modificare singolarmente pagine e post, sempre rispettando la gerarchia dei template.

Per modificare una pagina ad esempio, bisogna rispettare la seguente gerarchia:

Tutte le pagine permettono di inserire da backend, alla voce Attributi della pagina uno specifico template.

Attributi della pagina

Oltre ai modelli presenti nel tema grafico, è possibile crearne altri a partire da uno esistente.

Per iniziare ad operare, basta copiare un modello esistente e modificarlo, seguendo questi passaggi:

nominare un template

Modificare i custom post type

Questa modalità operativa permette di generare dei post organizzati in categorie specifiche, nominati e selezionati per essere divisi da quelli tradizionali.

Quando si parla di Custom Post Type (CPT) ci si riferisce alla possibilità di organizzare i post nominandoli come si preferisce e, secondo le indicazioni presenti in questo articolo, fornirgli un aspetto differente.

Il metodo più veloce per effettuare questa operazione è scaricare il plugin Custom Post Type UI, che ci permette tramite una comoda interfaccia di generare la nuova tassonomia e i post specifici.

A questo punto sarà facile applicare le tecniche di inserimento dei template WordPress alla gerarchia generata con i custom post type.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram