Tracciare Google My Business in Google Analytics

Pubblicato: Ottobre 5, 2020
Autore: Francesco Giammanco
tracciare Google my business

Google My Business fornisce molti dati relativi alle queries di ricerca utilizzabili in ottima di commercio locale.

Sebbene non sia presente un'implementazione ufficiale con Google Analytics, con qualche attenzione è possibile separare i dati di GMB (Google My Business) o implementarli con gli altri a disposizione.

I dati presenti su My Business

La board di GMB fornisce una serie di dati relativi alle ricerche effettuate dagli utenti che hanno come esito la visualizzazione della scheda.

Ricerche sulla scheda My Business
Ricerche sulla scheda My Business

I pannelli forniscono una vista sulle parole chiave utilizzate e la modalità di ricerca effettuata:

Inserire i codici UTM per il tracciamento

Google Analytics fornisce le indicazioni per l'utilizzo dei parametri UTM, utili al tracciamento dei dati indicati poco sopra (brand, discovery, ect).

Per targetizzare al meglio occorre differenziare il tipo di UTM generati in base alla posizione del link e alla sua utilità.

Link diretto al sito web

Il primo link e il più visibile presente in una scheda Google My Business viene utilizzato per riportare gli utenti al sito web principale.

Nonostante i parametri UTM siano arbitrari, è consigliabile mantenere uno stile riconoscibile e che sia almeno in parte compatibile con le indicazioni fornite da Google Analytics.

link google my business in alto
Link google my business al sito web

A questo proposito è buona norma:

Un esempio di concatenazione di UTM utilizzabili può essere:

?utm_source=google&utm_medium=organic&utm_campaign=gmb

Nel caso del link presente nel bottone "sito web" è importante che venga tracciato in modo tale che sia rintracciabile facilmente su Search Console e Analytics.

Il caso di Search Console è più specifico, perché di norma le ricerche che puntano al brand aziendale vengono risolti dal

Proprio per questo è importante tracciare la percentuale di clic organici ricevuti solitamente dalla home dalla fonte indicata (il bottone "sito web" in questo caso).

Per farlo, basta indicare uno dei parametri inserito appositamente per quel link ed il monitoraggio risulterà più semplice.

my business su Search console

L'unica attenzione in questo articolare caso è quello di non prendere in considerazione la posizione media delle ricerche, a causa di una cattiva interpretazione della posizione delle schede GMB.

Link presenti nelle news e negli articoli

Come detto prima, bisogna sempre differenziare gli UTM presenti in base alla posizione.

Nel caso degli articoli, si tratta di una sezione spesso collegata alle parole chiave prossime all'attività e alla curiosità degli utenti, che risolvono con un clic mirato ad uno dei link la loro curiosità.

Per ottimizzare questo lavoro è consigliabile utilizzare delle targettazioni differenti in base alla tipologia di post:

Link per gli appuntamenti e link prodotti

Il link per ricevere appuntamenti ha in comune con quello dei prodotti e la sezione del catalogo prodotti, il bisogno di ricevere tracciamento che risulti utile al fine del calcolo delle conversioni.

Scheda appuntamenti di GMB

Nonostante l'applicazione degli UTM non diverga rispetto gli altri casi (non per i parametri utilizzati, ma per il metodo, identico), la logica di monitoraggio varia.

Varia lo strumento utilizzato, Google Analytics e non Search Console, ma varia sopratutto la logica di monitoraggio.

Tracciare le conversioni della scheda GMB

Una volta inserito il tracciamento, il problema principale è cercare di integrare le logiche di conversione agli elementi di Google My Business.

Nel caso dei prodotti è molto semplice comprendere l'utilità delle operazioni. Per rendere altrettanto facile il monitoraggio basta seguire le seguenti operazioni:

conversioni tracciate da Analytics
Conversioni tracciate da Analytics sui prodotti di Google My Business e altri post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram